Sentenza Viareggio: presidio protesta sindacato Usb davanti al Csm

.

ROMA – Presidio di protesta davanti al CSM per martedì 12 gennaio alle 15 in piazza Indipendenza a Roma: a lanciare l’appuntamento l’Usb secondo cui «il peggiore scenario prevedibile si è avverato con la sentenza della Corte di Cassazione che venerdì 8 gennaio ha dichiarato prescritto il reato di omicidio colposo plurimo per quasi tutti gli imputati nel processo per la strage di Viareggio del 29 giugno 2009. Solo per l’ex amministratore delegato del gruppo FSI Mauro Moretti laprescrizione del reato non è scattata – spiega la nota dell’Unione sindacale di base – in virtù della sua rinuncia al beneficio per l’imputazione di incendio colposo, prescritta nel 2018, rinuncia che i giudici hanno estesa anche agli altri reati prescrivibili, forse per un vizio di forma nella richiesta precedente. Moretti sarà quindi di nuovo giudicato per omicidio colposo, con rideterminazione della pena, senza tuttavia l’aggravante dell’incidente sul lavoro, non riconosciuta dalla Cassazione, con ricadute catastrofiche sulla sentenza della Corte di Appello di Firenze»