Stadio Franchi: Pessina, si può ristrutturare, ci sono ottimi architetti

Lo stadio Franchi di Firenze

FIRENZE – Il soprintendente Andrea Pessina si pronuncia sulla possibilità di intervento sullo stadio Artemio Franchi, dopo il parere espresso dal Ministero.  «Il parere che è arrivato dal Mibact ha sposato pienamente la nostra relazione inviata agli inizi di dicembre, ha anche sposato le aperture che abbiamo dato, come per esempio sullo spostamento delle curve senza abbatterle. Ora si apre un capitolo che da parte nostra vuole esser costruttivo e propositivo e io sono certo che ora sia il momento per sedersi intorno a un tavolo e vedere come possiamo immaginare il nuovo stadio Franchi. Abbiamo sempre capito anche la posizione della Fiorentina e di Rocco Commisso che è un imprenditore che ritiene di avere delle necessità e lo comprendiamo. Ma questa sfida la dobbiamo prendere come Nervi ha affrontato altre sfide: è troppo facile radere al suolo per costruire, il punto è trovare, con i bravissimi architetti e progettisti che non mancano, il modo per conservarlo e renderlo funzionale alle esigenze della comunità e della Fiorentina». Vedremo i  prossimi sviluppi, Comune e Soprintendente da una parte, Commisso e Fiorentina dall’altra, ma non è detto che il patron viola ceda facilmente.