Firenze:  il Museo Marino Marini si fa palcoscenico teatrale con Sandro Lombardi, Silvia Guidi, Sergio Bustric

Sandro Lombardi al Museo Marini

FIRENZE – Il Museo Marino Marini diventa palcoscenico teatrale per tre eventi, con Sandro Lombardi, Silvia Guidi e Sergio Bustric, per raccontare in modo del tutto inedito Marini e le sue opere, in un continuo dialogo fra arte, artisti e rappresentazione scenica.

Il museo, spiega una nota, promuove tre appuntamenti, «La parola delle forme», «Il senso delle forme» e «Il gioco delle forme», con tre protagonisti del teatro italiano: Sandro Lombardi, Silvia Guidi e Sergio Bustric. L’iniziativa, a cura del critico teatrale Roberto Incerti e promossa attraverso i canali social del Museo (Facebook, Instagram e Twitter), intende, da un lato, far conoscere i capolavori di Marino Marini con una modalità inedita, raccontandoli attraverso l’arte teatrale ed il suo linguaggio fortemente evocativo; dall’altro offrire un “palcoscenico virtuale” affinché il teatro possa mantenere vivo il dialogo con il proprio pubblico, da sempre veicolo di emozioni e di cultura.

Nel primo appuntamento, già online, Sandro Lombardi, fondatore della Compagnia Lombardi-Tiezzi, legge lo scultore Marini: un’interpretazione artistica in cui emerge la forza creativa dell’artista capace di dare vita alla materia. «Il teatro è un vettore sociale potentissimo – commenta Patrizia Asproni, presidente del museo Marino Marini – in grado di diffondere arte, bellezza, cultura attraverso la gestualità, la voce, le emozioni. È impensabile parlare di rilancio del Paese senza puntare su quel tessuto culturale di cui il teatro e lo spettacolo dal vivo sono parte integrante nonché necessaria per riaccendere l’identità nazionale. Per il museo Marini – conclude Asproni – accogliere il teatro all’interno dei propri spazi come parte integrante dell’esperienza della visita rappresenta una scelta in linea con sua forte connotazione interdisciplinare».