Covid: Pistoia zona rossa da sabato. Ma la Toscana dovrebbe restare arancione

Pistoia (Foto FirenzePost)
Pistoia (Foto FirenzePost)

FIRENZE – I dati sul coronavirus in Toscana sono preoccupani ma, a meno di 24 ore dalla decisione dell’Istituto superiore di sanità sembra che la Toscana possa restare arancione. Tuttavia, la Regione ha deciso di istituire la zona rossa per tutta la provincia di Pistoia da sabato 27 febbraio. Ha dato la notizia il sindaco, Alessandro Tomasi: «Ho appena finito una riunione con il Presidente della Regione Giani, con cui, sentita la Asl, e’ stata concordata questa misura. ll dato provinciale dei contagi e’ alto rispetto a quello della media regionale. Da qui l’estensione della zona rossa a livello di provincia. Sara’ firmata un’ordinanza regionale con durata fino a domenica 7 marzo».

Domani la cabina di regia a Roma si esprimera’ sul colore della Toscana che per la settimana presa in considerazione (1-8 febbraio) ha Rt medio 1.19, di pochi decimali sotto la soglia dell’1.25 che determina il passaggio in zona rossa, ma sufficienti a garantire un salvataggio in extremis. E gli indicatori epidemiologici, seppur in peggioramento non sono fuori controllo: la Toscana, infatti, e’ ancora sotto la soglia critica del 30% dei posti letto in terapia intensiva occupati da pazienti Covid con il 28.6%.