M5S: Grillo arrabbiato per fuga di notizie. Il summit a Bibbona può saltare

LIVORNO – Avrebbe voluto, Beppe Grillo, mettere le basi per la ricostruzione del Movimento 5 Stelle, domenica 128 febbraio, a casa sua, a Marina di Bibbona. Per un vertice al quale avrebbe dovuto parteciupare anche l’ex premier Giuseppe Conte, oltre allo stato maggiore dei 5 Stelle, da Luigi Di Maio a Roberto Fico, passando per il capo politico reggente Vito Crimi e altri volti noti del Movimento.  Ma il vertice grillino a Marina di Bibbona, nella casa del garante Grillo, rischia di saltare, a causa della rabbia del fondatore del Movimento.

Alcuni beninformati descrivono Grillo su tutte le furie per la fuga di notizie. L’idea dei cronisti assiepati fuori dai cancelli, le telecamere e i fotografi su mezzi di fortuna per avere qualche scatto lo stanno facendo desistere. Il vertice potrebbe essere rinviato e, soprattutto, tenersi in altro luogo. Una volta, ai suoi spettacoli, Grillo accoglieva i giornalisti a braccia aperte. Ora, in veste garante politico, non si comporta diversamente da quei politici che aveva sempre sbeffeggiato.