Commissione Ue: istituito nuovo Consiglio Europeo Innovazione (CEI)

EPA/JULIEN WARNAND

BRUXELLES – La Commissione europea ha varato il Consiglio europeo per l’innovazione (CEI) con un bilancio di oltre 10 miliardi di euro per il periodo 2021-2027 al fine di sviluppare e ampliare innovazioni rivoluzionarie.

Basato su un programma pilota riuscito nell’ambito di Orizzonte 2020 – spiega la Commissione in una nota – il nuovo CEI non è solo una novità di Orizzonte Europa, è anche unico al mondo: associa la ricerca sulle tecnologie emergenti a un programma di accelerazione e a un apposito fondo azionario, il Fondo del Consiglio europeo per l’innovazione per dare una spinta alle start-up innovative e alle piccole e medie imprese (PMI). Circa 3 miliardi di euro del bilancio del CEI saranno destinati al Fondo CEI.

È stato inoltre pubblicato il primo programma di lavoro annuale del CEI, che offre opportunità di finanziamento per oltre 1,5 miliardi di euro nel 2021, e contemporaneamente sono aperti a candidature due premi: per le donne innovatrici e per la Capitale europea dell’innovazione. “Disponiamo ora di un fondo per sostenere le piccole e medie imprese che si dedicano a innovazioni pionieristiche, offrire accesso a capitale proprio e dare una spinta alle start-up innovative. È un modo per convertire la ricerca tecnologica futuristica in innovazione nell’impresa”, ha dichiarato Margrethe Vestager, Vicepresidente esecutiva per Un’Europa pronta per l’era digitale.

“Il Consiglio europeo per l’innovazione – ha aggiunto Mariya Gabriel, Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani – è l’iniziativa europea più ambiziosa a sostegno dell’avanzamento tecnologico di cui l’Europa ha bisogno per superare la crisi economica e accelerare la transizione verso un’economia verde e digitale. Grazie a investimenti nella ricerca che guarda al futuro e nelle imprese innovative, l’iniziativa rafforzerà la preminenza tecnologica europea nella misura in cui darà stimolo a centinaia di start-up tra le più promettenti d’Europa e spianerà la strada al futuro spazio europeo dell’innovazione.”