Covid: trattato a Siena paziente con anticorpi monoclonali

L’ospedale di Siena

FIRENZE – E’ stato trattato a Siena il primo paziente Covid positivo con anticorpi monoclonali (Ely Lilly). «Si tratta di un’opportunità terapeutica importante che potrebbe risultare molto utile per debellare il virus in fase iniziale. La nostra Azienda è centro specialistico di riferimento per questo tipo di trattamento», spiega Antonio Barretta, direttore generale Azienda ospedaliero-universitaria senese. E aggiunge che l’Aou è anche già pronta «per la sperimentazione degli anticorpi monoclonali progettati da Tls, che dovrebbe partire a maggio».

«La somministrazione del farmaco – spiega Bruno Frediani, responsabile area medico-chirurgica Covid – viene effettuata in area Covid con percorso dedicato all’ingresso e all’uscita di questi pazienti ed è l’infettivologo a curare l’iter assistenziale. La somministrazione, che avviene per via endovenosa, dura circa un’ora. Il paziente dovrà poi rimanere un’altra ora in osservazione e sarà poi sottoposto a controlli periodici. Gli anticorpi disponibili sono forniti da due aziende farmaceutiche. L’individuazione dei pazienti candidabili alla terapia con anticorpi monoclonali è compito dei medici di medicina generale e pediatri e dei medici delle Usca».