Week end di Pasqua 3-4 aprile a Firenze e dintorni: Scoppio del carro in diretta solo su Toscana tv

FIRENZE – Quest’anno per Pasqua, domenica 4 alle 11, c’è lo Scoppio del Carro in Piazza del Duomo, ma non ci si può andare: va visto su Toscana TV (www.toscanatv.it), canale 18 del digitale terrestre dalle 9 della domenica mattina. Telecronisti il nostro Sandro Bennucci e Vittorio Betti. Di seguire il corteo del Brindellone da Porta al Prato, naturalmente, non se ne parla nemmeno. Vietato avvicinarsi al Duomo dalle 7 alla fine delle celebrazioni liturgiche; sui siti web di Toscana Oggi e Radio Toscana si può seguire la Messa che inizia alle 10.40 (solo quella).

A Empoli in via Bisarnella sabato 3 c’è Mercatale di Pasqua, limitato agli alimentari.

Da giovedì 1 a lunedì 5 aprile, nella settimana di Pasqua, nelle chiese del Suffragio e della Misericordia di San Casciano il passaggio dalla morte alla resurrezione si simboleggia coi colori e le forme di ricchissime composizioni di vecce e grano misti a fiori e piante di stagione quali gardenie, calle, margherite, begonie, ortensie azalee, gerani: è l’antica tradizione del Sepolcro delle vecce.

Il Maggio Musicale Fiorentino trasmette in streaming gratuito sul sito del Maggio da sabato 3 aprile per un mese il suo Concerto di Pasqua. Sul podio dell’Orchestra del Maggio c’è Daniele Gatti. Il programma, rigorosamente a tema, include con la Sinfonia in fa minore Hob. I:49 La passione di Franz Joseph Haydn, la Sinfonia in si minore Al Santo Sepolcro RV 169 di Antonio Vivaldi, due soli movimenti di grande intensità, il Requiem per orchestra d’archi di Tōru Takemitsu, brano che Igor Stravisnkij ascoltò per caso a Tokyo in una trasmissione radiofonica di cui era ospite, composto da una melodia irregolare che si avvita e si contorce su se stessa, e il Preludio dell’Atto III e l’Incantesimo del Venerdì Santo dal «Parsifal» di Richard Wagner, due brani tra i più rappresentativi del periodo pasquale, parte del grande rito della prima scena dell’atto conclusivo dell’opera. Si aggiunge alla programmazione pasquale del Maggio anche il concerto diretto dal maestro Zubin Mehta al Duomo di Orvieto con il Coro e l’Orchestra del Maggio, trasmesso sabato 3 alle 19.35 su Rai 5. In programma tre composizioni di Wolfgang Amadeus Mozart: la Sinfonia in sol minore K. 550, la Messa dell’incoronazione in do maggiore K. 317 e il mottetto “Ave verum corpus”. Solisti: Eva Mei, Francesca Cucuzza,  Valentino Buzza e Emanuele Cordaro. Maestro del Coro: Lorenzo Fratini.

Anche nel mese di aprile prosegue la fortunata iniziativa di diffusione dei concerti tratti dall’archivio sonoro degli Amici della Musica di Firenze. Gli appuntamenti di aprile prenderanno avvio nel giorno di Pasqua, domenica 4 alle 20.30, in onda sulle frequenze FM 93.1 – 93.3 e in streaming su www.retetoscanaclassica.it. Saranno protagonisti Andrea Oliva al flauto e Pietro De Maria al pianoforte, con il concerto che tennero il 6 novembre 2017 al Saloncino del Teatro della Pergola. Il programma è interamente dedicato a J.S.Bach, con le Sonate BWV 1031 in mi bemolle maggiore, BWV 1032 in la maggiore, BWV 1030 in si minore, BWV 1034 in mi minore e BWV 1035 in mi maggiore.

Domenica 4 alle 11 A.Gi.Mus. trasmette in streaming gratis su youtube il concerto del duo formato da Francesca Piccioni alla viola e Klara Wincor al violoncello. In programma, il Duo op. 14 n.2  in Sol maggiore di Vaclav Pichl e la Sonata per violoncello solo di György Ligeti. Link diretto per la visione: https://www.youtube.com/watch?v=aMPj6KUr7KM

Domenica 4 alle 18 il professor Franco Cardini racconta il Dante politico nell’Italia del Duecento tra Guelfi e Ghibellini. In diretta dall’Oratorio medievale di Santa Caterina. Una lectio magistralis in esclusiva per l’Informatore e in collaborazione con Toscana Oggi. Su https://www.facebook.com/informatorecoopfi

Teatro Liquido on line: dal 2 aprile alle 21.30 al 9 aprile alle 24, selezione della cantina III: L’età dell’oro, con Andrea Kaemmerle e Sandro Berti (della Banda Osiris). Una serata tra amici a sfogliare l’album dei ricordi (tra immagini e contributi video) per raccontare gli incontri che hanno contribuito a rendere grandi i primi 30 anni di Guascone Teatro. Visione gratuita Canale Youtube Teatro delle Sfide  e sul Canale Youtube del Teatro Verdi

La Familia Carromatto & Co. torna direttamente dal Cile domenica 4 dalle 18 alle 23 con Mastodonte Show: première italiana dello spettacolo in versione cinematografica, ispirato dal Circo di Calder di Alexander Calder ambientato nel Bus Teatro più grande del continente Americano. Sul canale you tube della Familia Carromatto & Co.

Palazzo Strozzi, sulla facciata, c’è l’installazione di Jr “La Ferita”, per riflettere sull’accessibilità dei luoghi della cultura nell’epoca del Covid-19.

Il Teatro dell’Antella mette a disposizione a 3 euro su una pagina apposita del sito, Teatro On Air, il repertorio delle ultime produzioni di Archètipo, tra cui: “Lì, ma dove, come” di Julio Cortazar con Giovanni Crippa, “L’amore delle tre melarance” di Carlo Gozzi a cura di Riccardo Massai, le letture di Maria Paiato, ma anche “Alla ricerca del tempo perduto” di Proust, il “De rerum natura” di Lucrezio per il ciclo “I capolavori” e tante altre.

Su https://www.iorestoinsala.it/ si possono vedere i film dell’Istituto Stensen e dello Spazio Alfieri. 

Su Più Compagnia, la sala virtuale del cinema La Compagnia di Firenze, fino al 30 aprile 10 conversazioni sui doc in corsa per la cinquina della 66ª edizione dei Premi David di Donatello; dal 22 marzo è in programmazione Le sorelle Macaluso diretto e co-sceneggiato da Emma Dante, è il terzo ed ultimo film della nostra mini rassegna di Marzo dedicata alle donne. La storia di cinque donne, di cinque sorelle della periferia di Palermo, di una famiglia, di chi va via, di chi resta e di chi resiste; adattamento cinematografico dell’omonima pièce teatrale della stessa Dante. Nel 2020 è stato presentato in concorso alla 77ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Fino al 3 aprile per gli appuntamenti gratuiti in sala virtuale a cura del Gabinetto Vieusseux in occasione dei suoi 200 anni di storia, Luciano Canfora riflette sulla complessa e ambigua nozione di Progresso; evento gratuito.

Da un’idea del direttore artistico del Museo Novecento di Firenze, Sergio Risaliti, sei gallerie d’arte di Firenze, da domenica 21 marzo a martedì 20 aprile 2021 danno vita a Primo vere con apertura gratis al pubblico dalle 11 alle 18. Ogni galleria presenterà il lavoro di uno o più artisti, coordinati dalla supervisione scientifica dello stesso direttore Risaliti; questi i selezionati: Jessica Fillini, Veronica Greco, Melissa Morris, Gianluca Tramonti, Regan Wheat (Galleria Frittelli);  Jacopo Buono, Matteo Coluccia, Stefano Giuri (Galleria Il Ponte); Marco Mazzoni (Galleria La Portineria); Francesca Banchelli, Irene Lupi, Virginia Zanetti (Galleria Poggiali); Davide D’Amelio, Gabriele Mauro (Galleria Santo Ficara); Max Mondini (Galleria Secci). Le gallerie coinvolte sono: Frittelli, Via Val di Marina 15, Il ponte, via di Mezzo 42/b, La Portineria, Viale Eleonora Duse 30, Poggiali, Via della Scala 35/a, Santo Ficara, Via Arnolfo 6L, Eduardo Secci, Piazza Carlo Goldoni 2.

“Alfredo Catarsini – Esplorazioni”, mostra curata da Elena Martinelli con la collaborazione di Adolfo Lippi, Claudia Menichini e Andrea Pucci, proseguirà fino al 6 giugno 2021; per ora è visibile attraverso il tour virtuale negli spazi espositivi di Villa Bertelli, connettendosi al link presente nella home page del sito web www.fondazionecatarsini.com.