Teatro del Maggio: morto l’ex sovrintendente Stefano Merlini. Il cordoglio di Zubin Mehta

Stefano Merlini e Cristiano Chiarot (Foto ANSA)

FIRENZE – E’ morto stamani a Fiumetto (Lucca), dopo una lunga malattia, Stefano Merlini, 82 anni, costituzionalista ed ex sovrintendente del Maggio musicale fiorentino. La notizia, data quasi in tempo reale da Sandro Bennucci, direttore di Firenze Post, durante la diretta di Toscana Tv sullo Scoppio del Carro, èstata annunciata  dal Teatro del Maggio, «con grande tristezza, che il professor Merlini, costituzionalista, magistrato, docente universitario, saggista, figura umanamente e culturalmente di spicco di Firenze, e che fu sovrintendente del Maggio Musicale Fiorentino dal 1999 al 2002, è mancato questa mattina dopo una lunga malattia verso la quale ha combattuto per molto tempo».

Laureatosi alla Sapienza di Roma in diritto costituzionale è stato magistrato ordinario, carriera che ha lasciato quando, dopo aver conosciuto Paolo Barile, di cui fu anche assistente, si dedicò alla carriera universitaria, insegnando poi negli Atenei di Siena, Cagliari e divenendo nel 1979, professore ordinario di diritto costituzionale italiano e comparato all’Università di Firenze dove è stato docente per più di trenta anni nella facoltà di giurisprudenza. E’ stato membro del direttivo dell’Associazione italiana dei costituzionalisti dal 1997 al 2000 e presidente dell’Istituto di studi politici e costituzionali Piero Calamandrei – Paolo Barile, costituitosi a Firenze nel 2007.

Merlini era anche presidente della Accademia Bartolomeo Cristofori e membro fondatore e componente del cda della Fondazione Paolo Grassi-la voce della cultura di Milano. Cordoglio è stato espresso dal maestro Zubin Mehta che con Stefano Merlini ha condiviso anni importanti alla guida del Teatro del Maggio, dal sovrintendente Alexander Pereira e dal vice presidente del consiglio di indirizzo della fondazione Valdo Spini. Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha commentato: «Apprendo con grandissimo dispiacere della scomparsa del professor Stefano Merlini, esimio costituzionalista ed ex sovrintendente del Maggio musicale fiorentino. Mancheranno alla città, all’università e al teatro la sua competenza e la sua passione per la cultura, l’insegnamento e la musica».