Covid: cabina di regìa per riaprire piscine e palestre dopo il 20 aprile

 

ROMA – Pasqua e Pasquetta in rosso hanno stremato l’Italia.  Che non ce la fa più. Le Regioni chiederanno al governo di pensare a riaperture di settori molti penalizzati, per esempio piscine e palestre, nel caso di miglioramento dei dati epidemiologici. La richiesta sarà fatta giovedì 8 aprile quando incontreranno il premier Mario Draghi in merito ai fondi Recovery e durante il confronto col governo nella Stato-Regioni.

Nel testo messo a punto dalle Regioni si legge: «Fornire prospettive a quei settori chiusi valutando aperture subito dopo il 20 aprile, nel caso di un miglioramento dei dati epidemiologici, per poi permettere da maggio la ripartenza di attività in stand-by da troppo tempo come le palestre».

Se il governo, come sembra, fosse orientato a raccogliere la richiesta, potrebbe essere convocata la prossima settimana la cabina di regia per valutare la programmazione di possibili riaperture di alcune attività dopo il 20 aprile, sulla base, come detto, di un eventuale miglioramento dei dati epidemiologici. Il provvedimento, secondo quanto si apprende da fonti di Governo, dovrebbe essere contenuto in una delibera che potredbbe essere approvata in Consiglio dei Ministri.