Migranti, Ceuta: 80 clandestini arrivano a nuoto in Spagna, ma il governo li espelle subito

MADRID – Più di 80 persone sono riuscite nella notte a superare a nuoto o su canotti il confine tra il Marocco e la Spagna a Ceuta, sulla costa del Nord Africa. Lo riferiscono i media iberici.
L’agenzia di stampa Efe e il giornale locale El Faro de Ceuta raccontano che tra le persone che sono arrivate in territorio spagnolo ci sono diversi giovanissimi e almeno due famiglie con bambini, alcuni molto piccoli.
I migranti sono entrati in territorio spagnolo a piccoli gruppi durante la notte. La gendarmeria marocchina non è intervenuta per fermarli prima che superassero il confine. Anche a fine aprile aveva avuto luogo un episodio simile, con quasi 150 migranti arrivati in Spagna nel giro di poche ore.
Circa la metà è stata espulsa verso il Marocco nei giorni successivi. La Spagna fa sul serio e cerca di limitare l’arrivo di clandestini con le espulsioni, cosa che l’Italia dalle accoglienti braccia di Lamorgese e compagni non riesce (o non vuol) fare.