Migranti: Frontex, sulla rotta del Mediterraneo centrale più che raddoppiati gli arrivi

ROMA – Tra gennaio e aprile 2021 i migranti arrivati sulla rotta del Mediterraneo centrale sono più che raddoppiati (+157%) rispetto allo stesso periodo del 2020, toccando quota 11.600, ovvero l’aumento più consistente rispetto a tutte le altre rotte. Sono i dati di Frontex. Gli arrivi di aprile, 1.550, fanno registrare il doppio rispetto allo stesso mese del 2020. Ad arrivare sono stati soprattutto tunisini e ivoriani. In totale, nell’Ue, nei primi quattro mesi del 2021 sono stati registrati 36.100 arrivi, con un aumento di circa un terzo rispetto al 2020, quando le restrizioni per la pandemia avevano fatto segnare un calo. Ad aprile gli arrivi sono stati oltre 7.800, un numero quattro volte superiore rispetto al minimo storico di aprile 2020.

Quella terrestre dei Balcani conta 11.606 persone arrivate tra gennaio e aprile, il 93% in più rispetto all’anno scorso. Circa 3100 sono quelli arrivati solo in aprile; i due gruppi più numerosi sono quelli siriani e afghani.

I dati Frontex  dicono che in tutto, nei primi quattro mesi dell’anno, sono arrivate attraverso quelle due «strade» 7667 persone: 3167 attraverso la vecchia rotta Marocco-Spagna (algerini e marocchini soprattutto), il 5% in più rispetto ai primi 4 mesi del 2020, ma si arriva a un +70% se si prende in considerazione solo il mese di aprile (300 persone); oltre 4500 attraverso la nuova rotta Africa occidentale-Canarie, più del doppio rispetto allo stesso periodo di un anno fa, con molti migranti subsahariani, molti dal Mali, ma anche numerosi dal Marocco. Ci sono poi le due enclave spagnole in Marocco di Melilla e Ceuta.

Al momento, secondo i dati di Frontex, l’unica rotta relativamente poco battuta è quella del Mediterraneo orientale, la rotta cioè che dalla Turchia porta verso la Grecia: 4828 persone l’hanno percorsa tra gennaio e aprile, con un calo del 58% rispetto agli stessi quattro mesi dell’anno scorso. Ma aprile, con 1850 persone, segna un +12% rispetto all’anno scorso.