M5S-Casaleggio: è divorzio. 250mila euro per la lista degli iscritti

Davide Casaleggio
ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

ROMA – Davide Casaleggio si è cancellato dal Movimento 5 Stelle. Da quale si è staccato. Infatti è stata raggiunta l’intesa tra M5s e associazione Rousseau per la riconsegna dei dati degli iscritti al Movimento. Ma Davide Casaleggio strappa ed esce. Senza il cognome Casaleggio, con il volto di Giuseppe Conte e con Beppe Grillo arbiter del nuovo corso: dopo un’attesa lacerante nasce dunque il nuovo Movimento 5 Stelle. L’ex premier e Davide Casaleggio siglano una faticosa intesa, facilitata dall’intervento del Garante della Privacy: il primo si impegna a onorare i debiti nei confronti dell’Associazione Rousseau, il secondo formalizza la consegna dei dati degli iscritti.

I termini finanziari dell’intesa non sono noti. Conte e Rousseau avrebbero chiuso, secondo alcune indiscrezioni, ad una cifra attorno ai 250mila euro, da pagare in un certo periodo di tempo da parte del nuovo Movimento al quale gli eletti devono, mensilmente, mille euro. La piattaforma Rousseau sarà sostituita da quella fornita, con tutta probabilità, dalla Isa srl, società con sede a Viterbo. Sarà una piattaforma tecnica, così come aveva preannunciato Conte presentando un Movimento che, almeno all’esterno, potrebbe essere più partitico, con tanto di sede fisica (a Roma, a due passi da Montecitorio), segreteria e scuola di formazione ad hoc. L’intesa potrebbe placare i gruppi parlamentari, sempre più simili a un campo minato e nei quali cresce l’insofferenza verso il governo Draghi.

«Il tempo dell’attesa e dei rinviii – scrive su facebook Giuseppe Conte – è finito, il Movimento 5 Stelle entra, forte delle sue radici, in una nuova storia. Giugno segna l’inizio del nostro ‘secondo tempo’: siamo finalmente in possesso dei dati degli iscritti ed è stato raggiunto l’accordo con l’associazione Rousseau“. “È stato un lungo confronto, ma sono contento di poter dire che ogni parola, ogni telefonata e discussione avuta in queste settimane è una pietra che poggiamo alla base del nuovo progetto politico. Ringrazio in particolare Vito Crimi, con cui abbiamo concordato un cronoprogramma e che in questo periodo non si è mai risparmiato. Nei prossimi giorni il progetto politico sarà rivelato e discusso: gli iscritti con il loro entusiasmo e con le loro decisioni saranno il motore principale che ci guiderà in questa avventura».

«Ci prendiamo solo qualche giorno per verificare i dati e predisporre tutte le attività preliminari alle operazioni di voto. Subito dopo presenteremo il nuovo Statuto e la Carta dei principi e dei valori: sarà aperta una fase per le osservazioni degli iscritti ed entro la fine di questo mese ci sarà la pronuncia con un voto online prima sullo Statuto e successivamente sul nuovo leader del M5S. È tempo di guardare avanti».