Firenze: maltrattamenti in famiglia. Arrestato per aver avvicinato la compagna

Auto dei carabinieri

FIRENZE – L’accusa è di non aver rispettato la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla compagna: è stato arrestato dai carabinieri che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip. Così un 33enne del Congo è stato portato a Sollicciano per reiterate violazioni della precedente misura cautelare, cui risultava sottoposto dal febbraio scorso per maltrattamenti in famiglia.

L’aggravamento scaturisce dalla segnalazione inviata in procura dai militari che a maggio avevano ricevuto un’integrazione di denuncia da parte della persona offesa, la quale riferiva di una serie di tentativi di avvicinamento e di minacce da parte dell’ex compagno, in piena violazione della misura cautelare applicata. Il tribunale, viste le reiterate trasgressioni alle limitazioni imposte, ha quindi sostituito la precedente misura con la custodia cautelare in carcere, che è stata eseguita dai carabinieri.