Firenze: l’Ospedale di Santa Maria Nuova celebra i 733 anni con una giornata dedicata alle arti e alla spiritualità

Ospedale di Santa Maria Nuova
L’Ospedale di Santa Maria Nuova

FIRENZE – L’Ospedale di Santa Maria Nuova celebra i suoi 733 anni di storia mercoledì 23 giugno con una giornata interamente dedicata all’ospedale, all’arte, ai suoi benefattori e alla spiritualità; fondato nel 1288 nel cuore di Firenze (entrata attuale da via Sant’Egidio), è il più antico del capoluogo toscano e tra i più antichi d’Europa.

Il primo appuntamento è alle 11.30 nel Chiostro delle Medicherie in cui andrà in scena il concerto a cura di A.Gi.Mus Firenze con il violino di Alessio Benvenuti e le musiche di Paganini, Bach e Morricone.

Alle 12 è inaugurazione della targa dei benefattori che durante la pandemia da Covid-19 hanno sostenuto con donazioni l’attività dell’Ospedale. Alle 14 le celebrazioni si spostano all’ingresso dell’Ospedale dove partiranno le visite guidate al percorso museale di Santa Maria Nuova. Saranno fatti piccoli gruppi di massimo 5 persone. 

Il pomeriggio del 23 giugno, poi, sarà dedicato all’anatomista, geologo e vescovo cattolico Niccolò Stenone (1638 – 1686), fu nominato anatomista presso l’ospedale di Santa Maria Nuova e accolto nell’Accademia del Cimento e in questo periodo pubblicò le sue opere scientifiche più conosciute e notevoli. In suo onore, nella sala delle conferenze, alle 16.30 è in programma l’inaugurazione del ritratto di Stenone a cui prenderanno parte il presidente della Fondazione Santa Maria Nuova Onlus, Giancarlo Landini e Monsignor Marco Domenico Viola, Vicario Episcopale per il servizio della Carità e priore della basilica di S. Lorenzo.  Alle 17 seguirà l’approfondimento dal titolo “Niccolò Stenone e gli studi anatomici nella seconda metà del XVII secolo” della professoressa Donatella Lippi e “Niels Stensen dalla Danimarca alla Toscana tra scienza e fede” della dottoressa Maria Francesca Gallifante. A chiudere l’anniversario della nascita dell’Ospedale di Santa Maria Nuova sarà, alle 18, la celebrazione della messa nella Chiesa di Sant’Egidio officiata da Monsignor Marco Domenico Viola. 

“Anche quest’anno, nonostante il Covid, siamo riusciti a organizzare la celebrazione dell’anniversario della Fondazione dell’Ospedale che compie 733 anni – afferma Giancarlo Landini presidente Fondazione Santa Maria Nuova Onlus -. In questo giorno per noi così importante abbiamo deciso di scoprire la targa dei donatori che ci hanno sostenuto durante i mesi difficili della pandemia. E’ arrivata una quantità di donazioni davvero rilevante e ci è sembrato doveroso, nel giorno in cui si celebra la nostra fondazione, ricordare chi ci è stato così vicino. Le donazioni, per un totale di circa 3 milioni di euro, sono arrivate da enti, imprese, associazioni, e singoli cittadini, fiorentini e non che hanno dimostrato di amare davvero la nostra città. Nel pomeriggio poi ci soffermeremo sulla figura di Niccolò Stenone, grande scienziato e anatomista sepolto nella Basilica di San Lorenzo. Ci sarà anche la presentazione di un dipinto che rappresenta Stenone e che sarà inserito nel percorso museale di Santa Maria Nuova. Nel complesso, nonostante le difficoltà organizzative legate alle restrizioni per il Covid, ritengo che anche quest’anno si festeggi in maniera significativa l’anniversario del nostro Ospedale”.

Per partecipare a tutti gli eventi è necessaria la prenotazione inviando una mail a info@fondazionesantamarianuova.it