Raffaella Carrà: in Campidoglio l’omaggio della gente. Applausi e rose gialle

Il corteo funebre di Raffaella Carrà

ROMA – Fra applausi e rose gialle, il feretro di Raffalla Carrà è giunto in Campidoglio dove, nella sala della Protomoteca, è stata allestita la camera ardente. Tanta la gente in fila. Presente la sindaca di Roma, Virginia Raggi. Raffaella è giunta in Campidoglio dopo un lungo corteo a Roma per salutare i luoghi simbolo della sua carriera.: l’ Auditorium del Foro Italico (largo Lauro de Bosis), la sede Rai di di Via Teulada 66, il Teatro delle Vittorie, la sede Rai di Viale Mazzini 14 fino all’arrivo in Campidoglio (Sala Protomoteca).

All’Auditorium Rai del Foro Italico, il carro funebre di Raffaella Carrà, con a bordo, accanto all’autista, Sergio Japino, che ha salutato commosso la folla. «Era la donna del sorriso, il suo modo di fare spettacolo sempre teso a portare emozione» ha detto durante la diretta del Tg1 Milly Carlucci in attesa davanti all’Auditorium. Poi tappa alla sede Rai di Via Teulada. Lavoratori e colleghi del servizio pubblico affacciati alle finestre, e sul terrazzo della sede Rai di Via Teulada, hanno accolto, assieme alla folla, tra gli applausi, il feretro di Raffaella Carrà nella seconda tappa del corteo funebre. L’auto, preceduta da agenti della polizia municipale in moto, ha fatto un piccolo giro e si è fermata per alcuni minuti nel cortile interno, tra due ali di persone, per un altro lunghissimo applauso, prima di riprendere il percorso.

L’arrivo al Teatro Delle Vittorie.  Un applauso interrotto per strada e dai balconi per salutare Raffaella. Davanti al Teatro una sua gigantografia la ritrae sorridente con la scritta GRAZIE RAFFAELLA. Il conpagno di vita, Sergio Japino, la sta accompagnando nell’ultimo viaggio attraverso i luoghi simbolo della sua carriera: è con il feretro di Raffaella nel carro funebre visibilmente emozionato. Sarà un addio lungo tre giorni quello a Raffaella Carrà. La sua scomparsa è stata colta da commozione in Italia e all’estero, testimoniata da un fiume di articoli, ritratti, omaggi e ricordi. Un legame profondissimo con il pubblico riflesso anche dal programma ufficiale delle sue esequie: partiranno oggi con un corteo funebre che prenderà il via alle 16 dalla sua abitazione a Roma nord, facendo tappa in quei luoghi simbolo della Rai, dove è stata tante volte protagonista: l’ Auditorium del Foro Italico (largo Lauro de Bosis), la sede Rai di di Via Teulada 66, il Teatro delle Vittorie, la sede Rai di Viale Mazzini 14 fino all’arrivo in Campidoglio (Sala Protomoteca). Qui l’apertura della camera ardente sarà alle ore 18 e si protrarrà fino a mezzanotte, per poi proseguire domani dalle ore 8 alle 12 e poi dalle ore 18 a mezzanotte.

La funzione funebre si terrà venerdì 9 alle 12 presso la chiesa di Santa Maria in Ara Coeli, sempre su Piazza del Campidoglio. Per lo stesso giorno e ora, Sergio Iapino, a lungo compagno, amico e collaboratore di Raffaella Carrà, ha chiesto a tutti i suoi fan, in Italia, nel mondo, nelle chiese dei piccoli paesini come in quelle delle grandi città, di darsi appuntamento, per offrire tutti insieme l’ultimo saluto virtuale a Raffaella.