Finanziamento illecito, Renzi: «La mia attività è trasparente»

Matteo Renzi
ANSA/ VALERIO PORTELLI

FIRENZE – «Posso garantire che quel compenso, che appartiene alla mia sfera privata, lo uso per la mia vita privata: la mia attività politica è trasparente». Durante la presentazione del suo libro, Controcorrente, a Firenze Matteo Renzi ha parlato dell’inchiesta che lo vede indagato per finanziamento illecito e false fatturazioni. Ha assicurato piena disponibilità ai magistrati romani a offrire tutte le spiegazioni e i chiarimenti che vogliono.

Ancora Renzi: «Da parte mia c’è totale tranquillità personale e nessuna rabbia istituzionale. Tutto è perfettamente documentato, lecito, legittimo e regolare, e dunque quando i magistrati ci chiederanno conto, vedranno dalle carte che è tutto a posto. Sono assolutamente tranquillo, perché questa roba non sta né in cielo né in terra».

Il leader di Italia Viva ha concluso dicendo che «il tempo è galantuomo: avete visto quanta roba ci hanno buttato addosso? Ricordate le banche? Quante vicende giudiziarie ci hanno buttato addosso nel 2016? Di Maio ha chiesto scusa per Uggetti: e la Guidi? La Paita? La Boschi?».

inchiesta, libro Controcorrente, renzi

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080