Libri: Quel filo rosso che lega guerre di spie e il sogno di Ventotene

L’Abbazia di Vallombrosa

REGGELLO – Arriva un libo intrigante già nel titolo: «Un filo rosso. Guerra, spie e il sogno di Ventotene», (Edizioni Polistampa). L’appuntamento è per domani, sabato 16 luglio 2021, alle 16,30, nei locali dell’Abbazia di Vallombrosa (lato museo di arte sacra). L’iniziativa è organizzata dall’Assessorato alla Cultura del comune di Reggello e da Bcc Valdarno Fiorentino. Saranno presenti all’iniziativa l’assessora alla Cultura del comune di Reggello, Adele Bartolini, il direttore della Bcc Valdarno Fiorentino Paolo Bracaglia e le autrici Gabryela Dancygier Benedetti e Paola Stoppioni.

Il volume rende evidente come la storia dei grandi eventi sia necessariamente sottesa da quella più minuta e locale: insieme, chiariscono gli avvenimenti, che divengono più comprensibili e vicini.

Le autrici, basandosi su testimonianze esclusive e documenti d’archivio inediti, ricostruiscono alcune vicende avvenute nel corso della Seconda Guerra Mondiale, che hanno come fulcro il territorio di Reggello.

In questo quadro d’insieme trovano posto avvenimenti e personaggi significativi a livello più ampio, dalla giovane ebrea Elizabeth Schiller, venuta da Praga e diventata interprete degli Alleati, allo studente jugoslavo Miloš Lokar, che partecipò con Spinelli al dibattito sul Manifesto di Ventotene, all’Ufficiale inglese che fu governatore del Valdarno durante la liberazione. 

Le storie si intersecano e creano una panoramica del periodo che ne evidenzia molti aspetti, dalla difficoltà del vivere quotidiano al ruolo dei partigiani, alla nascita delle prime amministrazioni democratiche sul territorio. Una ricostruzione viva e quasi un romanzo storico che ci porta direttamente nel cuore degli avvenimenti.

Per partecipare all’incontro: i posti sono limitati in osservanza della normativa anti contagio da covid-19, per prenotazioni contattare la Biblioteca Comunale tel. 055 8665013; email biblioteca@comune.reggello.fi.it .