Caos procure: Palamara rinviato a giudizio a Perugia per corruzione

PERUGIA – Rinviati a giudizio per corruzione l’ex consigliere del Csm Luca Palamara e Adele Attisani. E’ la decisione del Gup di Perugia, Piercarlo Frabotta, al termine di una camera di consiglio durata circa tre ore. Il processo si aprirà il prossimo 15 novembre, davanti al primo collegio del tribunale di Perugia.

Sono certo che l’udienza pubblica servirà a far emergere la verità e la mia innocenza. Così Palamara ha commentato con i giornalisti la decisione del gup di Perugia. «L’udienza preliminare è un passaggio stretto e obbligato – ha sottolineato l’ex magistrato – le prove documentali dei pagamenti effettuati sono insuperabili. Continuerò sempre a battermi per una giustizia giusta», ha concluso.

«Il provvedimento del giudice conferma il buon lavoro della Procura e la correttezza delle scelte fatte anche con la modifica del capo di imputazione avvenuta durante l’udienza preliminare». A dirlo all’Adnkronos il procuratore capo di Perugia Raffaele Cantone, dopo la decisione del gup di rinviare a giudizio l’ex consigliere del Csm Luca Palamara nel filone principale dell’inchiesta per corruzione.
Il giudice ha inoltre disposto il processo per Adele Attisani e ha accolto il patteggiamento a un anno e sei mesi per l’imprenditore Fabrizio Centofanti. Assolto, invece, in abbreviato, l’ex pg della Cassazione Riccardo Fuzio. «Siamo consapevoli -sottolinea Cantone- che questo è un primo vaglio ma certamente si tratta di una valutazione
particolarmente importante».