Morte di Niccolò Ciatti: Palazzo Vecchio chiede a Draghi di far estradare il ceceno

FIRENZE – Avvicinandosi il quarto anniversario della morte di Niccolò Ciatti, Palazzo Vecchio ha deciso di chiedere al premier, Mario Draghi, di sollecitare l’estradizione in Italia del ceceno Rassoul Bissoultanov, accusato dell’omicidio del giovane fiorentino. La vicepresidente del Consiglio comunale di Firenze, Maria Federica Giuliani ha inviato una lettera aperta al presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi nell’approssimarsi del quarto anniversario del pestaggio mortale in discoteca a Lloret de Mar (Spagna) di Ciatti. Bissoultanov è al momento detenuto  in Germania.

«Il babbo Luigi Ciatti, tutta la famiglia di Niccolò e la città di Firenze – scrive Giuliani a Draghi – chiedono giustizia per questa giovane vita spezzata, per alleviare almeno in parte un dolore opprimente. Ci appelliamo a Lei, alla sua indiscussa autorevolezza, la imploriamo, affinché la richiesta di estradizione sia sollecitata dal nostro Paese per avere finalmente quella giustizia che la nostra Costituzione assicura ad ogni cittadino italiano».