Villa Certosa: incontro Salvini – Berlusconi, il via alla federazione del centrodestra

Silvio Berlusconi e Matteo Salvini
ANSA/ALESSANDRO DI MEO

MILANO – Matteo Salvini e Silvio Berlusconi si sono incontrati in un clima di grande amicizia per affrontare i principali temi di attualità: è quanto emerge dalla nota congiunta rilasciata dopo l’incontro a Villa Certosa. La novità più importante è quella che riguarda il calendario di iniziative da assumere da qui ai prossimi mesi per costruire una federazione tra le forze politiche di centrodestra che sostengono il governo e rendere ancora più efficace e incisiva la collaborazione a livello parlamentare.

Il nuovo gruppone del centrodestra diventerebbe il più nutrito e importante del Parlamento. Conterebbe infatti 209 deputati e 114 senatori: e questo contando soltanto leghisti e forzisti, ai quali poi si potrebbero aggiungere man mano partiti più piccoli o singoli parlamentari che potrebbero farsi attrarre dalla forza del centrodestra di governo. Quindi Salvini e Berlusconi potrebbero incidere ancora di più sulla politica del governo presieduto da Mario Draghi.

L’iniziativa mette in difficoltà la Meloni che difficilmente riuscirebbe a imporre la sua leadership nel centrodestra, dato che il gruppo Lega-Forza Italia avrebbe una forza maggiore.  rispetto a FdI, che attualmente è il primo partito, secondo i sondaggi. Non a caso per Salvini e Berlusconi potrebbe essere una “scelta obbligata” andare verso le liste uniche, in modo da avere più voti ed esprimere così il premier. Al tempo stesso il Cav ha voluto incontrare la Meloni in Sardegna per assicurarsi di tenere unita la coalizione, perché solo così il centrodestra potrebbe puntare, quando la democrazia sarà ricostituita e si potrà andare ad elezioni (cioé nel dopo-Mattarella) al governo del Paese.