Tirocini per laureati alla Commissione Ue: domande entro il 31 agosto, come presentarle

Commissione Ue

BRUXELLES – La Commissione europea organizza due volte l’anno dei tirocini per laureati che desiderino fare una esperienza professionale in una delle direzioni generali della Commissione o nell’ambito della traduzione.
Il tirocinio intende fornire l’opportunità di comprendere gli obiettivi e i traguardi dei processi di integrazione e delle politiche europee.
Requisiti: possedere una laurea di primo livello o un titolo equivalente, entro il termine ultimo previsto per la presentazione delle candidature; possedere un’ottima conoscenza di almeno due lingue ufficiali dell’Unione europea, una delle quali deve essere una delle lingue di lavoro della Commissione europea (inglese, francese o tedesco); non aver già svolto nessuna esperienza lavorativa presso un’altra istituzione o organismo dell’UE per periodi maggiori alle 6 settimane.
Per quanto riguarda coloro che si candidano per un tirocinio nel settore traduzione, essi devono essere in grado di tradurre nella propria madre lingua o lingua principale da due lingue ufficiali. La prima lingua di partenza deve essere l’inglese, il francese o il tedesco;
la seconda lingua d’arrivo può essere una delle lingue comunitarie (livello minimo B2).
Stipendio: 1.229,31 euro al mese e il rimborso per le spese di viaggio. Verrà inoltre offerta l’assicurazione sanitaria e per gli incidenti. I tirocinanti disabili riceveranno un supplemento alla borsa.
Durata: 5 mesi a partire da marzo 2022.
Scadenza per presentare la candidatura: 31 agosto 2021.

Link alle domande Europe