Firenze: all’Ultravox «Amici miei» e lo show di Anna Meacci dal vivo. Comicità toscana a ingresso libero

La famosa scena della supercazzola al vigile urbano in «Amici miei»

Firenze – All’Ultravox Firenze, spazio estivo a ingresso libero, accanto all’Anfiteatro delle Cascine, martedì 24 agosto alle 22 «Amici miei» tornerà sul grande schermo, con le prime peripezie del conte Mascetti, dell’architetto Melandri, del giornalista Perozzi, del professor Sassaroli e dell’ineffabile Necchi (in collaborazione con Spazio Alfieri e Supercazzola Store); mercoledì 25 alle 22 sarà proiettato «Amici miei atto II»,  ma la settimana della comicità toscana non finisce qui: Anna Meacci e il suo esilarante spettacolo «Volevo fare la Dj» approdano giovedì 26 agosto alle 20.30 sul palco dell’Ultravox Firenze. È un viaggio nell’adolescenza dell’attrice toscana, che ci racconta il ruolo della musica, dei rapporti, del passato nella sua e nella nostra vita.

“Sono nata e cresciuta a Sinalunga, in provincia di Siena – spiega l’artista – da piccola ero certa di vivere nel paese più ganzo del mondo. Da adolescente ho scoperto di vivere nel posto più noioso del mondo: 7 chiese, 9 bar, 1 cinema e nebbia, tanta nebbia”. Tra dischi in vinile, note e parole, scorrono così piccoli e grandi momenti del passato: “Per andare a scuola mi svegliavo alle 5:45 e arrivavo in stazione assonnata ed infreddolita… In quel momento nella mia testa partiva ‘Poster’ di Claudio Baglioni. Puoi anche urlare al mondo intero che ascoltavi solo De André, ma sai che molti ricordi sono legati a note, ritornelli e fraseggi che vorresti solo dimenticare ancor più della nebbia e di quella stazione”.

Prima e dopo la proiezione al punto ristoro si trovano aperitivi, drink, sapori dall’India, hamburger, pizza al naturale.

È stata rinviato a martedì 21 settembre lo spettacolo “Fuck Art, Let’s Dance! Una notte d’estate per Lawrence Ferlinghetti” previsto mercoledì 25 agosto all’Anfiteatro delle Cascine Ernesto De Pascale, nell’ambito dello spazio estivo Ultravox Firenze. Lo slittamento è dovuto a motivi organizzativi. Restano validi i biglietti già acquistati.