Lavoro: Conte, no a licenziamenti via whatsapp da parte delle imprese

L’ex premier Giuseppe Conte

ROMA – «Per noi l’impresa crea valore. Al Nord, al Centro e al Sud. E’ necessario sostenere le filiere, favorendo
l’accesso creditizio. I licenziamenti via What’sApp non devono esserci e per quanto riguarda le delocalizzazioni non devono esserci volonta’ punitive. Sono contro la sanzione del 2% sul fatturato. Ma per le imprese che godono di agevolazioni e il giorno dopo delocalizzano introduciamo una procedimento ad hoc e introduciamo anche in
Italia quell’istituto che permette un salvataggio dell’impresa da parte degli stessi lavoratori». Lo dice il presidente M5s Giuseppe Conte intervistato a La Piazza a Ceglie Messapica.