Lamorgese: attacca i no vax estremisti e parla di terrorismo

Fenomeno migratorio, presso il Comitato #Schengen audizione della Ministra Lamorgese –
@Viminale

ROMA – Il ministro Lamorgese parla delle manifestazioni dei no vax e assimila quelli violenti ai terroristi. «La preoccupazione c’è, vedo che i toni salgono sempre di piu’ e il rischio è che ci siano estremismi che vadano a incidere a queste manifestazioni. Oggi siamo in un piano vaccinazioni che e’ andato benissimo e guardiamo al futuro con ottimismo, ma non dobbiamo bloccare la ripartenza del paese e dobbiamo proseguire su questa strada. Il green pass e’ uno strumento per garantire tutto ciò».

Quanto al terrorismo jihadista, e non dei no vax, la ministra aggiunge: «Al momento i rischi sono soprattutto di lupi solitari e persone disturbate che possono essere inserite in circuiti di questo tipo. Va messa un’attenzione particolare, ma al Viminale abbiamo un organismo, che al G7 ho rilanciato: il Comitato di analisi strategica antiterrorismo, che potrebbe essere preso ad esempio anche per lo scambio informativo oggi più che mai necessario».

Queste le affermazioni del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, all’evento dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli sul ‘Libro Blu 2020’, rispondendo a una domanda sui rischi terrorismo anche alla luce della situazione in Afghanistan.

Il ministro non fa alcun accenno ai rischi connessi agli sbarchi incontrollati di migranti, fra i quali in passato è stata accertata la presenza di  terroristi transitati dall’Italia per compiere attentati in Europa. E Salvini è di nuovo all’attacco della ministra: «Draghi difende la Lamorgese? Anche se c’è un giocatore che gioca male lui difende i suoi, fa come l’allenatore della nazionale».