Francia: 120.000 in piazza contro il pass sanitario, incidenti a Parigi

REUTERS/Benoit Tessier

PARIGI – Le manifestazioni contro il pass sanitario, sabato 11 settembre, pochi giorni prima dell’attuazione dell’obbligo di vaccinazione per il personale ospedaliero, hanno riunito 121.000 persone in tutto il Paese, di cui 19.000 a Parigi, secondo il ministero interno. Ci sono state 207 manifestazioni in tutto il paese, ma il numero dei manifestanti è diminuito ogni settimana da sabato 7 agosto, data della mobilitazione più forte con 237.000 partecipanti, di cui 17.000 a Parigi.

A Parigi, Lille, o anche a Clermont-Ferrand, badanti, infermieri o fisioterapisti si sono uniti ai cortei per denunciare questa misura che sarà loro imposta dal 15 settembre, pena la sospensione.

Alcuni incidenti sono stati segnalati a Parigi intorno a mezzogiorno intorno agli Champs-Elysées, dove le forze dell’ordine hanno sparato lacrimogeni per negare l’accesso ai manifestanti. Altri scontri sono avvenuti in prima serata nei pressi del Palais-Royal, secondo un giornalista di Le Monde sul posto, che ha riferito di proiettili lanciati dai manifestanti mentre la polizia usava gas lacrimogeni e cannoni ad acqua e granate. Alle 18 la polizia aveva effettuato 85 arresti.

Dopo tre fine settimana di declino, le autorità avevano previsto un’impennata della mobilitazione, una coalizione eterogenea di no-vax, di esponenti dei “gilet gialli”, attivisti di estrema destra o, più in generale, oppositori politici del governo. Erano attesi circa 170.000 manifestanti in tutta la Francia, di cui 30.000 a Parigi, ha detto una fonte della polizia all’Agence France-Presse (AFP).

Il ministero dell’Interno aveva contato 140.000 manifestanti sabato 4 settembre, 160.000 la settimana prima e 175.000 sette giorni prima. La mobilitazione più forte dall’inizio del movimento si è svolta sabato 7 agosto con 237.000 partecipanti. Questo sabato, secondo le prefetture, erano 1.200 a Strasburgo, 1.700 a Rennes e Vannes, oltre 2.000 a Lione, 3.000 a Montpellier, 2.500 a Tolone e quasi altrettanti a Bordeaux.