Covid 19 Italia, 11 settembre: sempre costanti morti (57), contagi (5.193) e terapie intensive (547), Pandemia non arretra

ROMA – Il bollettino di Speranza ci presenta, oggi 11 settembre, una situazione idi stallo, numeri costanti. Nonostante le minacce e le campagne sfrenate per aumentare il consumo dei vaccini la pandemia non arretra, ma il ministro fa lo gnorri, avanti con le vaccinazioni fino a stabilire un obbligo, se necessario. Sono 5.193 i nuovi contagi da Covid in Italia (ieri 5.621), secondo i dati del ministero della Salute. Sono stati registrati altri 57 morti (ieri 62) che portano a 129.885 il totale delle vittime da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 333.741 tamponi, con un tasso positività che scende all’1,5% (ieri 1,96).
Diminuiscono le persone ricoverate in ospedale con sintomi che sono 4.117 (ieri 4.164), con un calo di 47 persone rispetto a ieri mentre sono 547 i ricoverati in terapia intensiva (-1 rispetto a ieri), con 40 ingressi nelle ultime 24 ore. Sono 4.344.238 i guariti (+5.997) e 127.626 gli attualmente positivi (-863).