Bimbo accoltellato da richiedente asilo: destra all’attacco. «Il governo piange lacrime di coccodrillo»

Alessandro De Corato

MILANO – «Il somalo di 26 anni che ha accoltellato a Rimini 5 persone tra cui un bimbo di 6 anni colpito alla gola era un richiedente asilo. Secondo fonti di agenzia, era in Europa dal 2015 e dopo aver fatto richiesta di asilo in vari Paesi era arrivato in Italia da qualche mese e aveva chiesto lo status di rifugiato. Oggi il ministro Lamorgese e il centrosinistra piangono lacrime di coccodrillo parlando di sicurezza e di solidarieta’ ai feriti. Mentre sgorgano le loro lacrime gli sbarchi continuano e il numero di questi richiedenti asilo e dei clandestini e’ destinato ad aumentare. Secondo i dati ORIM-EUPOLIS in Lombardia ci sono 112 mila clandestini e richiedenti asilo mentre a Milano Citta’  Metropolitana ce ne sono 50 mila. Una polveriera pronta a esplodere!». Lo dice dice Riccardo De Corato, assessore regionale e consigliere comunale a Milano».

Lo dice dice Riccardo De Corato, assessore regionale e consigliere comunale a Milano: «Dove sono i controlli? Non e’ possibile continuare con gli sbarchi di clandestini e poi piangere quando accadono eventi come l’accoltellamento di 5 persone che poteva avere conseguenze ancora piu’ gravi. E’ questo il Paese che vuole il centrosinistra?».

accoltellamento, attacco, De Corato, destra, Governo, somalo


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080