F1, Gp di Monza: trionfa la McLaren. Scontro Hamilton-Verstappen. Le accuse del campione del mondo

L’incidente fra Hamilton e Verstappen
ANDREJ ISAKOVIC / AFP)

MONZA – Trionfa la McLaren nel Gran Premio d’Italia, a Monza. Sotto la bandiera a scacchi sventolata dall’olimpionico azzurro Marcell Jacobs vince Daniel Ricciardo davanti al compagno di scuderia Lando Norris e alla Mercedes di Valtteri Bottas. Quarta la Ferrari di Charles Leclerc e sesta l’altra Rossa di Carlos Sainz. Daniel Ricciardo era stato subito in testa. Ma la giornata è stata turbata dall’incidente fra Hamilton e Verstappen. Con le accuse del campione del mondo al collega.

Ma andiamo per ordine. In classifica, quinto posto per la Red Bull Sergio Perez, terzo al traguardo, ma penalizzato di cinque secondi per non aver restituito la posizione a Leclerc. Settima la Aston Martin di Lance Stroll davanti alla Alpine Renault di Fernando Alonso e alla Williams di Geroge Russell. Chiude la top ten Esteban Ocon. Tredicesima la Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi e quindicesima la Haas di Mick Schumacher.

Colpo di scena al 26/o giro del Gran Premio d’Italia a Monza. I due sfidanti per il titolo, Max Verstappen e Lewis Hamilton si son speronati in curva a vicenda finendo entrambi sulla ghiaia con la Red Bull dell’olandese sopra alla Mercedes del campione del mondo salvo per miracolo grazie al nuovo sistema di protezione del cupolino detto Halo. Entrambi sono fuori gara.Il clamoroso incidente tra Verstappen e Hamilton alla prima variante del circuito di Monza sarà investigato dai commissari al termine del Gran Premio d’Italia. La Red Bull dell’olandese ha preso un cordolo volando sopra la Mercedes dell’inglese illeso grazie all’halo, la protezione per il posto guida dei piloti introdotta dalla Fia 4 anni fa dopo l’incidente mortale di Jules Bianchi nel Gran Premio del Giappone 2014.

Lewis Hamilton accusa Max Verstappen di aver causato un incidente in maniera opportunistica. «Io ho lasciato spazio – dice Hamilton dopo il Gran Premio di Monza -, lui evidentemente ha perso il controllo e mi è volato addosso. E’ stato opportunistico, sapeva che ci saremmo scontrati così. Ora ho un forte dolore al collo».