No vax: altri 32 sanitari sospesi dall’Asl Toscana Centro (medici, infermieri, ostetriche)

Droga, test obbligatori per i medici toscani

FIRENZE – L’Asl Toscana Centro ha approvato oggi, 14 settembre 2021, altre 32 delibere di sospensione per inosservanza all’obbligo vaccinale. I provvedimenti riguardano 10 ostetriche, 9 infermieri, 3 medici, uno psicologo, un biologo, un logopedista, 3 tecnici della prevenzione negli ambienti di lavoro, un tecnico sanitario di radiologia, 2 tecnici sanitari di laboratorio e un terapista dell’età evolutiva, tutti dipendenti dell’azienda sanitaria. Provvedimenti di sospensione sono stati emessi anche nei confronti di 6 medici convenzionati.

“Per questi professionisti – scrive l’Asl in una nota – la sospensione dal servizio e dalla professione troverà applicazione da domani 15 settembre 2021. Gli ulteriori provvedimenti di sospensione firmati oggi – precisa sempre l’azienda sanitaria – portano a conclusione il percorso sui primi 110 accertamenti del dipartimento della prevenzione che sono stati preliminari all’avvio delle fasi del procedimento di competenza del datore di lavoro e dell’ordine di appartenenza».

Per quanto riguarda i medici convenzionati, la Asl precisa che si tratta di un medico di famiglia, tre medici di continuità assistenziale, uno specialista ambulatoriale e un medico dell’emergenza sanitaria territoriale. «Non trattandosi – sottolinea la Asl – di dipendenti ma di liberi professionisti con cui la Asl intrattiene un rapporto convenzionale, l’azienda dovrà sospendere le convenzioni fino a fine anno».

Per i pazienti del medico di famiglia, l’azienda ha già attivato le procedure per la sostituzione. Anche nel caso in cui non sia reperito un sostituto, l’assistenza a questi pazienti sarà comunque garantita dai medici del gruppo associativo di cui fa parte il medico sospeso.