Usa, migranti accampati sotto un ponte: Biden e Kamala li respingono, un aereo li riporta nei loro Paesi

 EPA/Miguel Sierra

ROMA – La grande accoglienza democratica continua a dar magnifica prova di sé negli Usa, Ma la kamala l’aveva annunciato, proprio lei che dovrebbe essere favorevole all’accoglienza. Aveva proclamato: «migranti non venite perché vi respingeremo». Un comportamento degno del peggior Trump o di Orban, ma se lo fanno i sinistri nessuno fiata.

Il governo degli Stati Uniti è pronto a rimpatriare ad Haiti migliaia di migranti che negli ultimi giorni si sono radunati sotto un ponte al confine tra gli Usa e il Messico. Lo riferiscono i media americani. I voli inizieranno domani e potrebbero coinvolgere fino a otto al giorno, hanno detto i funzionari all’Associated Press.
Almeno 10.000 persone, per lo più migranti haitiani, sono accampate sotto il ponte che collega Del Rio in Texas a Ciudad Acuna in Messico, e si prevede che ne arriveranno altre. Il sindaco di Del Rio Bruno Lozano ha già dichiarato lo stato di emergenza.
Descrivendo la situazione come senza precedenti e surreale, Lozano ha affermato che le pattuglie di frontiera sono state sopraffatte e che i migranti “agitati” vivevano in condizioni impossibili.  Il valico di frontiera a Del Rio è stato temporaneamente chiuso ieri per rispondere alle urgenti esigenze di sicurezza e protezione presentate dall’afflusso di migranti, ha affermato la dogana degli Usa. Il campo improvvisato di Del Rio ha pochi servizi di base e i migranti, accampati con una temperatura di 37 gradi, attraversano il fiume in Messico per ottenere rifornimenti. I media riferiscono che nel campo sono già nati due bimbi.