Lituania, migranti: non basta solidarietà europea, occorre soluzione rapida crisi

EPA/VALDA KALNINA

BRUXELLES – In preparazione del Consiglio europeo di ottobre, la Lituania richiama l’importanza di discutere della questione migratoria. Siamo grati della solidarietà degli Stati membri e delle istituzioni Ue, in particolare per le parole della presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel suo discorso sullo stato dell’Unione, ma la crisi non è finita e dobbiamo lavorare alle soluzioni per il futuro, ha detto il viceministro per gli Affari europei lituano, Arnoldas Pranckevicius, arrivando al Consiglio affari generali Ue, oggi a Bruxelles.

«Occorre che gli Stati membri abbiano gli strumenti per affrontare le migrazioni, e gli attacchi ibridi da parte di Paesi terzi che strumentalizzano i migranti per fini politici, come sta facendo la Bielorussia», ha detto Pranckevicius.