Ecdc, mappe Covid Europa: in Italia solo la Calabria resta rossa, le altre regioni verdi (8) o gialle

BRUXELLES – Raddoppiano le regioni in zona verde in Italia, mentre rimane una singola regione in rosso nell’aggiornamento di venerdì 1° ottobre della mappa Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, che monitora la diffusione del coronavirus nei Paesi dell’Unione Europea tramite l’incidenza dei nuovi contagi ogni 100mila abitanti.  Dall’ultima mappa diffusa dall’Ecdc, nel nostro Paese rimane solo la Calabria in zona rossa. Salgono a 8 le regioni e province autonome nella fascia di minor rischio: Liguria, Provincia autonoma di Trento, Abruzzo e Sardegna si aggiungono alle già verdi Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia e Molise. Il resto della Penisola è in giallo, se si esclude la già citata Calabria rossa.

La mappa redatta dall’Ente si basa sul tasso di notifica di nuovi casi a 14 giorni ogni 100mila abitanti e sul tasso di positivi nei test effettuati e rappresenta uno strumento di orientamento per gli Stati membri dell’Ue nelle decisioni in materia di limitazione sui viaggi tra Paesi. Il verde rappresenta un basso rischio, che cresce andando verso il giallo, rosso e rosso scuro (situazione con rischio massimo). Sulla base dall’ultimo aggiornamento della mappa Ecdc, nel resto d’Europa risultano in miglioramento Spagna e Francia. La Germania è quasi tutta in rosso. Rosso scuro per Slovenia, Estonia, alcune zone della Romania e Lituania.