Covid19 Italia, 9 ottobre: meno morti (30) ma aumentano i contagi (3.023), tasso all’1,1% in leggera crescita

ROMA – Meno morti, più contagi, tasso lievemente in aumento.  I dati del bollettino quotidiano di Speranza, oggi 9 ottobre, danno una situazione sostanzialmente stabile per la diffusione del Covid-19 in Italia. Il ministro che detta le condizioni di vita (magre) degli italiani da oltre un anno e mezzo non riesce a frenare la pandemia, ma il governo, in compenso, ha sacrificato l’economia. Oggi dunque sono 3.023 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 2.938. Sono invece 30 le vittime in un giorno, in calo rispetto alle 41 di ieri. Il tasso di positività è all’1,1%, pressoché stabile rispetto all’1% del giorno prima.

Quattro Regioni e Province autonome (PA) risultano classificate a rischio moderato questa settimana: si tratta di Basilicata, PA Trento, PA Bolzano e Valle d’Aosta. Le restanti 17 Regioni/PPAA risultano classificate a rischio basso. La scorsa settimana solo una Regione, il Lazio, risultava a rischio moderato.