Migranti: Unhcr, 15 morti in naufragio in Libia. Lampedusa, altri 12 clandestini sbarcati nella notte

TRIPOLI – Nuova tragedia dell’immigrazione al largo della Libia. L’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) ha dato notizia di 15 morti tra i quasi 200 migranti che si trovavano a bordo di due imbarcazioni salpate da Zwara e Alkhoms. I corpi sono stati trasferiti alla Base navale di Tripoli, dove sono stati assistiti i 177 sopravvissuti, si legge in un tweet.

Mini sbarchi nella notte a Lampedusa. A Cala Croce i militari della Guardia di finanza hanno rintracciato due piccoli gruppi riusciti ad approdare direttamente sulla terraferma. Complessivamente 12 cittadini di nazionalità tunisina che, dopo i primi accertamenti sanitari, sono stati condotti nell’hotspot di contrada Imbriacola. Ieri sulla più grande delle Pelagie si era registrato un maxi approdo di migranti: in 100, tra cui 12 donne e 9 bambini, erano sbarcati autonomamente al molo commerciale. Tutti erano stati rintracciati quando erano già a terra dai militari della Guardia
di finanza, che avevano sequestrato il barcone utilizzato per la traversata.