Ciclismo, mondiali su pista: Italia oro inseguimento a squadre dopo 24 anni, trainata da Ganna

ROUBAIX – L’Italia vince la medaglia d’oro nell’inseguimento a squadre ai mondiali di ciclismo su pista di Roubaix. Il quartetto azzurro composto da Filippo Ganna, Jonathan Milan, Filippo Consonni e Francesco Lamon supera in finale la Francia di oltre due secondi. Medaglia di bronzo alla Gran Bretagna che sconfigge la Danimarca nella finalina. L’Italia torna a vincere il Mondiale dell’inseguimento a squadre dopo 24 anni. Il quartetto azzurro campione olimpico a Tokyo, formato da Filippo Ganna, Jonathan Milan, Simone Consonni e Liam Bertazzo (che sostituisce anche nella finalissima Francesco Lamon), completa i 4 km in 3’47”192 sconfiggendo la Francia (3’49″168) nella finale sulla pista del velodromo Jean Stablinski di Roubaix.

Pochi mesi dopo l’oro olimpico, i ragazzi dell’inseguimento su pista riscrivono la storia: a distanza di 24 anni riportano in Italia il titolo mondiale. Fantastici Ganna, Milan, Consonni, Bertazzo. Così in un tweet Palazzo Chigi festeggia l’impresa degli azzurri.