No green pass: manifestazioni solo con mascherine e distanziamento, lo annuncia il prefetto Valenti

TRIESTE . Fino a fine anno niente manifestazioni a Trieste e sanzioni per chi manifesta senza rispettare l’obbligo del distanziamento e della mascherina. Lo ha annunciato il prefetto Valerio Valenti, nel corso della conferenza stampa con il presidente del Fvg, Massimiliano Fedriga e il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza sulla situazione covid in regione.
«Occorre contemperare il diritto a manifestare con il diritto alla salute, entrambi garantiti dalla Costituzione, ma, almeno per me prevale il diritto alla salute, che è un bene primario e per questo ci si accinge a individuare forme
attraverso cui comprimere e condizionare il diritto a manifestare. Un’operazione difficile perché non si tratta di
scegliere tra manifestazioni in forma in statica o dinamica, visto che “il rischio contagio è assolutamente lo stesso, ma di adottare provvedimenti che anticipino, con riferimento a cortei e sit in misure come l’obbligo di distanziamento e mascherina. In queste ore – ha aggiunto – stiamo ragionando per individuare attraverso un’ordinanza sindacale a carico degli organizzatori sanzioni gravose in caso di manifestazioni senza mascherina».

Gli aspiranti manifestanti no green pass fiorentini e il sindaco Nardella sono avvertiti, queste sono le indicazioni del prefetto Valenti per Trieste, ma probabilmente il nuovo prefetto le vorrà riproporre anche nella nostra città. Speriamo che analoga severità il collega, al quale auguro nuovamente benvenuto e buon lavoro, le riservi anche alle manifestazioni dei centri sociali, anarcoinsurrezionalisti e varie galassie della sinistra, particolarmente attive a Firenze e dintorni. Ma siamo sicuri che sarà così.