Autostrada A1: da Firenze sud a Scandicci tratto tutto percorribile. Spariranno le code

FIRENZE – Dalle ore 6:00 di giovedì 18 novembre 2021 finisce l’incubo: nel tratto tra Firenze Sud e Firenze Scandicci della A1 Milano-Napoli, terminerà la fase a maggiore impatto sulla viabilità cittadina dei lavori di ammodernamento delle gallerie Pozzolatico, Brancolano, Lastrone e Melarancio, situate tra gli svincoli di Firenze sud e Scandicci in direzione Bologna. La viabilità verrà quindi ripristinata nei giorni feriali (lun – ven) in orario diurno (dalle 6:00 alle 22:00) su tutte le corsie disponibili, risolvendo in via definitiva l’impatto generato dai cantieri sulla circolazione.

Come previsto dal piano, le attività di consolidamento delle gallerie – alle quali, per ottimizzare i cantieri, si aggiungeranno quelle di adeguamento impiantistico alla normativa antinc ndio – proseguiranno esclusivamente in orario notturno, dalle 22:00 alle 6:00 e, in via continuativa, durante i weekend del 27 e 28 novembre e del 18 e 19 dicembre, dalle 22:00 di venerdì alle 14:00 di domenica, periodi nei quali, in relazione ai ridotti volumi di traffico, non si prevedono turbative significative.

Si ricorda che gli interventi di ammodernamento eseguiti nelle quattro gallerie rientrano nel piano di ammodernamento della rete di Autostrade per l’Italia. In particolare, i consolidamenti realizzati sono stati definiti sulla base del cosiddetto piano di assessment varato in condivisione con il MIMS nel 2020, che prevede campagne di indagini e prove di laboratorio particolarmente approfondite e svolte con il ricorso alle migliori tecniche disponibili. Le lavorazioni nelle gallerie del tratto cittadino comportano un impegno economico complessivo di oltre 10 milioni di euro, con interventi estesi a circa 50 mila metri quadrati di rivestimento dei fornici.

«Ringrazio tutte le maestranze che hanno lavorato ininterrottamente e con impegno per poter portare avanti le attività nel minor tempo possibile. Il piano di ammodernamento delle gallerie che Aspi ha avviato su tutta la rete di sua competenza prevede interventi alquanto invasivi che necessitano di essere svolti in continuità e con l’impiego di mezzi imponenti, caratteristiche che richiedono necessariamente la chiusura al traffico dei fornici interessati dai lavori. Per questo ringrazio in modo particolare la Regione Toscana, la Città Metropolitana di Firenze e i Comuni dell’area del Chianti che ci hanno supportato nelle fasi più invasive di questi cantieri». Ha dichiarato Matteo Marvogli, Direttore di Tronco di Firenze di Autostrade per l’Italia.

«Sono stati mesi duri per gli spostamenti dei nostri cittadini, ma si è trattato di interventi che andavano fatti a benefi io di tutti, del nostro territorio e del Paese. Va riconosciuto a società Autostrade di averci coinvolto e tenuti aggiornati sin dall’inizio su ogni passaggio dei lavori, e di aver concluso gli stessi perfettamente in linea con il cronoprogramma iniziale. Un ringraziamento anche da parte nostra a tutte le maestranze che hanno lavorato h 24 per il completamento dei lavori». Hanno dichiarato i sindaci del Chianti.