Strage Viareggio: Pd regionale chiede alle Ferrovie migliore conservazione locomotore abbandonato

La strage di Viareggio del 29 giugno del 2009

FIRENZE – «Lo stato di abbandono del locomotore del treno della strage di Viareggio è una ferita per la Toscana. Oggi tutto il Consiglio regionale, approvando all’unanimità la mozione che ho presentato pochi giorni fa, ha ribadito che il mantenimento rispettoso di quel simbolo è un dovere sia per la Memoria di quella strage ed anche una necessità in quanto possibile reperto ancora potenzialmente utile ai fini delle indagini, così come ci fece capire Loris Rispoli in riferimento a un’altra strage come quella del Moby Prince il cui relitto venne invece rimosso e smantellato». Così Francesco Gazzetti, consigliere regionale Pd, a seguito dell’approvazione all’unanimità, avvenuta oggi in Aula,
della mozione sulla necessità di conservare in modo decoroso il locomotore del treno della strage di Viareggio del 2009, attualmente collocato in un deposito in stato di abbandono a Livorno.

«Con questa mozione – aggiunge -chiediamo alla Giunta regionale di attivarsi quanto prima nei confronti di Ferrovie dello Stato affinché vengano presi immediati provvedimenti, da parte delle stesse Ferrovie, per garantire una
conservazione decorosa del locomotore del treno della strage del 2009, preservando tale reperto in piena sicurezza, in segno di rispetto anche per le vittime, i feriti ed i loro familiari di uno degli eventi più drammatici della storia recente della Toscana e d’Italia. E che Ferrovie proceda, inoltre, a mettere in sicurezza e ripulire il deposito ferroviario abbandonato», conclude