Quarantena: contatti con persone a basso rischio, la circolare del ministero della salute

ROMA- In caso di contatto con una persona risultata positiva a Covid-19, chi deve considerarsi a basso rischio? Lo spiega la circolare di ‘Aggiornamento sulle misure di quarantena e isolamento’ anti-Covid, firmata dal direttore generale Prevenzione del ministero della Salute, Giovanni Rezza.
Nel documento si legge che «per contatto a basso rischio, come da indicazioni Ecdc, Centro europeo per la prevenzione e il controllo
delle malattie, si intende: una persona che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso Covid-19 ad una distanza inferiore ai 2 metri e per meno di 15 minuti; una persona che si è trovata in un ambiente chiuso (ad esempio aula, sala riunioni, sala d’attesa dell’ospedale) o che ha viaggiato con un caso Covid-19 per meno di 15 minuti; tutti i passeggeri e l’equipaggio di un volo in cui era presente un caso Covid-19, ad eccezione dei passeggeri seduti entro due posti in qualsiasi direzione rispetto al caso Covid-19, dei compagni di viaggio e del personale addetto alla sezione dell’aereo/treno dove il caso indice era seduto, che restano classificati contatti ad alto rischio; un operatore sanitario o altra persona che fornisce assistenza diretta ad un caso Covid-19 oppure personale di laboratorio addetto alla manipolazione di campioni di un caso Covid-19, provvisto di Dpi raccomandati»
In tutti questi casi, «qualora le persone abbiano indossato sempre le mascherine chirurgiche o Ffp2, non è necessaria quarantena, ma dovranno essere mantenute le comuni precauzioni igienico-sanitarie. Se non è stato possibile garantire l’uso della mascherina, tali contatti dovranno sottostare a sorveglianza passiva». Non è che si tratti di spiegazioni chiarissime od esaustive, come caratteristica di questo governo, ma meglio che niente…..