Tumori: al via certificato nazionale informazioni per i pazienti oncologici

Una sede dell’ Inps. ANSA/STRINGER

ROMA – Una procedura semplice e uniforme per rendere più agili e rapide valutazioni, accertamenti e gestione di informazioni per i pazienti oncologici. Questo l’obiettivo che Inps e Agenas hanno oggi annunciato nell’evento ”Buone pratiche per i diritti dei pazienti oncologici – Il certificato introduttivo” in cui è stato illustrato il progetto di un protocollo operativo, condiviso tra le istituzioni sanitarie nazionali e regionali e l’INPS, per l’attuazione uniforme del certificato oncologico telematico introduttivo presso ciascuna Regione e Provincia Autonoma.

La proposta congiunta è quella di stabilire modalità uniformi per il rilascio del Certificato Oncologico Telematico Introduttivo, emesso direttamente e immediatamente da chi fa la diagnosi. Tale procedura, realizzata già in molte buone pratiche grazie al sostegno di Direzioni aziendali innovative e con la partecipazione di servizi e di personale
formato e abilitato, consentirebbe a livello nazionale una uniformità procedurale, con indubbi vantaggi: ridurre i tempi di latenza tra la diagnosi e l’accertamento in pazienti con gravi patologie e talvolta con aspettativa di vita breve; completezza delle informazioni cliniche per l’accertamento delle commissioni da remoto; pronta fruibilità
organizzativa e gestionale.

La procedura messa in atto da alcune Aziende  Ospedaliere, anche se in forme diverse, ha prodotto: un aumento del 10% domande di disabilità/nuove diagnosi cancro-anno; la riduzione tempo intercorso tra diagnosi e presentazione domanda da una media di 121 giorni a 67 giorni; il 100% dei pazienti valutati entro 15 gg; la netta riduzione numero di riesami.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.