Firenze: Ruota panoramica «smontata» dal soprintendente. Pessina nuovo «signor no». Rammarico di Nardella

La Ruota panoramica della Fortezza: il no di pessina la farà smontare da domani, 18 gennaio 2022

FIRENZE – Anche la Ruota panoramica, montata alla Fortezza da Basso per la gioia dei fiorentini durante le feste di Natale, non piace al soprindente Pessina, che ha nmegato la proroga per 45 giorni della piacevole attrazione. Ecco, Pessina sembra reincarnare il famoso «signor no» delle trasmissioni di Mike Bongiorno. No alla ruota panoramica, dopo i no allo stadio e alle pensiline della tramvia.

«Purtroppo – scrive sconsolato il sindaco, Dario Nardella, su Facebook – da domani, martedì 18 gennaio 2022, inizieranno le operazioni di smontaggio della ruota panoramica alla Fortezza da Basso. Il soprintendente Pessina ha detto no alla richiesta di tantissimi cittadini e visitatori di una proroga di alcune settimane, di cui mi sono fatto convintamente portatore. Sono molto rammaricato perché il progetto è piaciuto tantissimo. Andremo avanti comunque per una Firenze sempre più illuminata e contemporanea».

Nardella, il 14 gennaio, aveva reso noto di aver presentato una richiesta di proroga affinché la ruota panoramica installata a dicembre potesse rimanere altri 45 giorni. «I cittadini ci hanno inondato di richieste perché la ruota panoramica rimanga, per sempre o almeno un po’ di più. È la dimostrazione che è una bella idea, come abbiamo sempre sostenuto. Credo che sia possibile una proroga di 45 giorni. È appena partita una richiesta in tal senso al soprintendente, spero davvero che la conceda».

Ma Pessina, rapidamente, ha risposto subito con un no secco. La Ruota panoramica, evidentemente, lo disturba. Situazione, evidentemente, che non turba i suoi numerosi colleghi, con cariche uguali alla sua o equivalenti, a Vienna e in tante altre città d’Europa e del mondo: dove le ruote panoramiche girano da semopere, dove ci sono stadi nuovissimi e pensiline confortevoli alle fermate di bus e tramvie. Sarebbe il caso che il ministro Franceschini facesse qualche valutazione, per non lasciare i fiorentini soli di fronte alle scelte del soiprintendentre di turno.

«Ci uniamo al rammarico del Sindaco Nardella e dell’amministrazione comunale rispetto al “no” della sovrintendenza, stavolta espresso sulla ruota panoramica alla Fortezza. L’ennesimo, dopo stadio, pensiline tramvia e tanto altro» Così Francesco Grazzini, coordinatore cittadino di Italia Viva Firenze.

“I cittadini avevano apprezzato quasi unanimemente la ruota che sarebbe rimasta per qualche altra settimana, senza certamente creare alcun danno. La soprintendenza invece ha deciso di non ascoltare la città e che da domani la ruota dovrà essere smontata. Ma qui il problema è ben più grande di una ruota panoramica: il problema è se vogliamo che Firenze sia al passo coi tempi e colga le opportunità di sviluppo. Se continueranno ad arrivare solo e soltanto “no”, la strada sarà in salita.”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.