Fiorentina in casa Atalanta (stasera, ore 18, Italia1) per il riscatto: gioca Piatek. Gasperini senza Zapata. Formazioni

Piatek stavolta sembra preferito a Cabral (Foto Violachannel)

BERGAMO – Cerca il riscatto in Coppa Italia, la Fiorentina, dopo la secca sconfitta subìta in casa dalla Lazio. Italiano schiererà un tridente offensivo composto da Nico Gonzalez, Piatek e Ikonè. La seduta di allenamento svolta ieri ha confermato le indicazioni arrivate già nei giorni scorsi con il rilancio dal 1′ di due dei nuovi arrivati a Firenze dalla scorsa sessione invernale di mercato, con Piatek preferito a Cabral come punta centrale, e con la coppia Nico Gonzalez e Ikonè come esterni, mentre a centrocampo oltre a Torreira e Bonaventura, si va verso l’utilizzo di Maleh, preferito a Duncan e Castrovilli, come interno di sinistra. Unico assente nella lista dei convocati è l’estremo difensore Dragowski, squalificato. Terracciano sarà confermato fra i pali, con davanti una linea difensiva composta da Odriozola e Biraghi come esterni e la coppia Milenkovic-Martinez Quarta centrali. Previsti domani al ‘Gewiss stadium’ circa 200 tifosi viola.

ITALIANO – ”E’ una partita importante, sono gare molto sentite, come abbiamo visto ieri. Ci tengono tutti a passare il turno arrivati a questo punto. Vogliamo ben figurare, e reagire dopo una gara non bella. Sappiamo tutti che l’Atalanta è forte, ma vogliamo fare una bella partita”. Così  Vincenzo Italiano alla vigilia del quarto di finale di Coppa Italia contro l’Atalanta. “Avevamo reagito bene dopo la sconfitta con il Torino. Sono gare che non ti aspetti, quelle -aggiunge Italiano -. La sconfitta con la Lazio è stata diversa. Abbiamo commesso ingenuità, soprattutto a livello difensivo, ma la gara è rimasta sempre in equilibrio, a differenza di Torino. Le sconfitte si analizzano, ma questa non ha lasciato strascichi importanti come quella. Abbiamo la possibilità di reagire subito, e rispondere presente per dimostrare chi siamo”. L’allenatore spiega poi il delicato momento della squadra Fiorentina: “Preoccupato? Non posso esserlo, perché forse siamo anche oltre i nostri programmi guardando la classifica. Siamo a pari rendimento con le romane, che arrivavano molto avanti. Io sono molto carico, perché in palio c’è una semifinale di Coppa Italia. Potrei essere preoccupato dopo tanti momenti negativi, se non fossimo in corsa per traguardi prestigiosi. Un conto sono alti e bassi, un conto è essere altrove rispetto a dove siamo. Siamo in un percorso di crescita, programmazione e ricerca dell’identità. Lo stiamo facendo, quindi non sono preoccupato. Sono carico, io come la squadra. Sono convinto che arriveranno risposte”.

ATALANTA – Gasperini affronta la partita con la Fiorentina con alcuni grandi assenti. Il primo della lista, non bastassero le indisponibilità di Pezzella (mal di schiena), aggiuntasi proprio alla vigilia della sfida del Gewiss Stadium e Miranchuk (lesione di secondo grado al bicipite femorale sinistro), è quella Duvan Zapata, la cui possibile ricaduta muscolare (lesione all’adduttore sinistro del 21 dicembre col Genoa) domenica scorsa contro il Cagliari. La società si è limitata a comunicare nel report la necessità di ulteriori accertamenti clinici. Senza l’ariete dell’attacco, Gasperini non ha alternative all’infuori di Muriel, connazionale dell’infortunato illustre. Ilicic sarà ancora fuori per problemi personali. E persiste il dubbio tra il 4-2-3-1, su cui il tecnico dei bergamaschi sta insistendo da tre match nonostante abbia portato solo due pareggi, per quanto prestigiosi e in emergenza Covid-19, contro Inter e Lazio, e il ritorno all’assetto preferito. Nel secondo caso, Boga più che Mihaila tra gli innesti di gennaio potrebbe tornare utile, affiancato a uno tra Pasalic (27 anni oggi) e Malinovskyi nell’ottica di un turnover ragionato, visto che domenica sera c’è il barrage per il quarto posto con la Juventus.

Le probabili formazioni

Atalanta (3-4-1-2): Musso; Toloi, Demiral, Palomino; Hateboer, De Roon, Koopmeiners, Maehle; Pasalic; Boga, Muriel. All.: Gasperini
Fiorentina (4-3-3): Terracciano; Odriozola, Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi; Bonaventura, Torreira, Maleh; Nico Gonzalez, Piatek, Ikonè. All.: Italiano
Arbitro: Fabbri (Ravenna)
Diretta tv, Italia Uno ore 18

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.