Firenze: Convegno vescovi e sindaci del Mediterraneo, il programma dal 23 al 27 febbraio

ROMA – E’ stato presentato in una conferenza stampa l’incontro dei vescovi e sindaci del Mediterraneo in programma a Firenze dal 23 al 27febbraio, che si concluderà con la visita di papa Francesco e vedrà la partecipazione del presidente della Repubblica Sergio Mattarella (il 27 febbraio) e del presidente del Consiglio Mario Draghi (23 febbraio). A presentare l’evento, il cardinale presidente della Cei Gualtiero Bassetti, il cardinale arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori, il vice presidente della Cei monsignor Antonino Raspanti, e in collegamento video il sindaco del capoluogo toscano Dario Nardella.
I lavori dell’incontro dei vescovi “Mediterraneo frontiera di pace” inizieranno nel pomeriggio di mercoledì 23, nel Convento di S.Maria Novella, con la partecipazione del premier Draghi, la prolusione di Bassetti, l’introduzione di Raspanti. Giovedì 24 l’illustrazione del primo tema, “Quali diritti per le comunità
religiose nella città?”, seguita dai tavoli di confronto e la discussione assembleare. Secondo tema venerdì 25, “Quali doveri per le comunità religiose nella città?”. Sabato 26 l’assemblea congiunta dei vescovi e dei sindaci delle città del Mediterraneo a Palazzo Vecchio e nel pomeriggio l’evento pubblico nel Nuovo
Auditorium del Maggio musicale. Quindi la firma della “Dichiarazione di Firenze”. Domenica 27 la visita del Papa, alla presenza anche del presidente Mattarella: alle 8.30 l’incontro con i vescovi e i sindaci nel Salone dei Cinquecento, alle 9.30 l’incontro con famiglie di profughi e rifugiati nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio, alle 10.30 la messa nella Basilica di Santa Croce, seguita dall’Angelus sulla piazza.
L’incontro dei sindaci del Mediterraneo inizierà nel pomeriggio di giovedì 24 col benvenuto a Villa Bardini. Venerdì 25, nel Salone dei Cinquecento, l’introduzione ai lavori del sindaco Nardella e del ministro degli esteri Luigi Di Maio.
Quindi le sessioni sul dialogo culturale e la cooperazione tra le città del Mediterraneo (con un’introduzione di Romano Prodi), sulla sicurezza sanitaria e la promozione sociale, sull’inquinamento delle acque e la tutela ambientale, sulle migrazioni tra le sponde del Mediterraneo. Sabato 26 l’assemblea
congiunta con i vescovi, mentre l’evento pubblico del pomeriggio nel Nuovo Auditorium del Maggio riguarderà “la diplomazia delle città come ponte tra l’Unione Europea e la Regione del Mediterraneo”.
I giorni del vertice saranno caratterizzati anche da incontri con la realtà ecclesiale e religiosa fiorentina, organizzati dall’Arcidiocesi, riguardanti il rapporto tra arte e fede, con visite alla Cattedrale, al Battistero e al Museo del Duomo; la conoscenza delle figura di Giorgio La Pira; altre figure del ‘900 come il card. Elia Dalla Costa, don Lucio Facibeni, don Lorenzo Milani e don Divo Barsotti; le esperienze del dialogo
ecumenico e interreligioso; e infine il servizio della carità a Firenze.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.