Ucraina: Draghi, parole di condanna per Putin, ma l’Italia dipende dal gas russo

Mario Draghi ANSA/Riccardo Antimiani

ROMA – “Voglio prima di tutto esprimere la mia più ferma condanna per la decisione del governo russo di riconoscere i due territori separatisti del Donbass. Si tratta di una inaccettabile violazione della sovranità democratica e dell’integrità territoriale” dell’Ucraina. Così il premier Mario Draghi in apertura del suo discorso all’insediamento di Franco Frattini al Consiglio di Stato.

Il premier ha dovuto allinearsi alle parole di condanna degli altri leader europei, ma non è un caso che sia la Germania che l’Italia siano gli Stati europei più “morbidi” nei confronti del presidente russo, visto che il loro fabbisogno energetico dipende in gran parte dalle forniture di gas russo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *