E’ morto Fabio Picchi, chef di Firenze e fondatore del Cibreo. Il cordoglio di Nardella

FIRENZE – È morto a 67 anni, oggi 25 febbraio 2022, Fabio Picchi, forse il più noto chef di Firenze, fondatore del Cibreo. Famoso anche come scrittore e personaggio televisivo. Giovanissimo, nemmeno 25enne fece nascere il Cibreo. Era il 1979. Poi Fabio Picchi cominciò a dare vita ad altri progetti, come il Teatro del sale, fondato nel 2003 insieme alla moglie, l’attrice Maria Cassi. L’ultima ‘creatura’, sempre nel quartiere di Sant’Ambrogio a Firenze, il C.Bio – Cibo Buono Italiano e Onesto, grande bottega-mercato.

Cordoglio è stato espresso dal sindaco Dario Nardella: “Ho appreso la notizia della scomparsa di Fabio Picchi con dolore immenso, alla fine di una giornata molto intensa nella quale abbiamo parlato di tanti argomenti che certamente Fabio avrebbe riconosciuto e apprezzato. La sua morte ci lascia tutti sbigottiti, profondamente rattristati. Per me Fabio è stato un punto di riferimento nella comunità fiorentina e un amico vero. Il suo estro, la sua passione per la vita e per il suo lavoro, la sensibilità verso i temi dell’ambiente, dell’inclusione sociale facevano di Fabio una persona vera, animata dal desiderio di partecipare alla comunità fiorentina”.

“Picchi – è swempre Nardella che scrive – ha saputo come pochi trasmettere la passione per il cibo, ma con un’attenzione sempre rivolta all’autenticità e alla sostenibilità. In questo momento non ci sono parole per esprimere il dolore che sento io e sente la comunità fiorentina. Non posso che rivolgermi a Maria, ai suoi straordinari figli, a tutti i suoi familiari, esprimendo loro tutta la mia vicinanza, quella dell’amministrazione e della città intera. Volevo molto bene a Fabio e mi mancherà tantissimo”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.