Signa: vittime del dovere, intitolate piazza e strada a Emanuela Loi e Antonio Zara

SIGNA – Con una sobria cerimonia organizzata dell’Amm.ne comunale di Signa, città metropolitana di Firenze, si è svolta stamane la cerimonia d’intitolazione di una via e di una piazza a due vittime del dovere insignite di medaglia d’oro al valore. Nella zona di Ponte all’Asse, all’intersezione tra via De Amicis e via Pistoiese, una via è stata dedicata al ventenne finanziere Antonio Zara, caduto  nel 1973 all’aeroporto di Fiumicino nel corso del feroce  attentato terroristico ad opera di palestinesi, mentre la piazza adiacente è stata intitolata a Emanuela Loi, ventiquattrenne agente della Polizia di Stato di scorta al giudice Borsellino, coinvolta nella strage di via d’Amelio del 19 luglio 1992. Alla presenza di rappresentanze della GdF e della Polizia di Stato, delle associazioni ANFI e ANPS,  nonché di alcune scolaresche, hanno preso la parola, tra gli altri, il Sindaco di Signa Giampiero Fossi, il vice prefetto vicario di Firenze Grazia La Fauci, il questore della provincia Maurizio Auriemma per ricordare  le figure dei due giovani servitori dello Stato e per sensibilizzare i giovani scolari convenuti,  alla cultura della memoria e del rispetto dei valori.  

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.