Italiano: “Dobbiamo essere più cinici sotto porta”. Andreazzoli infuriato con l’arbitro: “Cambi mestiere”. Telefonata di Commisso

Castrovilli e Bandinelli nel primo tempo di Fiorentina-Empoli. Foto Violachannel
Castrovilli in azione: Gaetano è stato fra i migliori in campo. Nelle pagelle di Sandro Bennucci ha meritato 7

FIRENZE – E’ contento per la vittoria della Fiorentina contro l’Empoli, Vincenzo Italiano, Ma non è soddisfatto per le occasioni sprecate dai viola. Che sotto porta sbagiano troppo. Mentre Aurelio Andreazzoli è infuriato con l’arbitro, soprattutto per l’espulsione di Luperto. Allenatore e tutto il club sostengono che la prima ammonizione non ci fosse proprio.

ITALIANO – “Tenere vive certe partite – dice Italiano a fine partita – ci fa prendere e rischiare qualche indecisione. In questo momento non riusciamo ad essere concreti, abbiamo tirato in porta 24 volta ma ancora non siamo cinici come dovremmo essere. Queste partite devono essere chiuse prime, se commetti un mezzo errore rischi di essere castigato. Mi tengo stretto comunque il risultato e sono contento di come abbiamo gestito la partita quando siamo rimasti in superiorità numerica”.

COMMISSO – Se l’Empoli è furioso e protesta per la direzione di gara dell’arbitro Massimi, Italiano sottolinea che: “Sulla gestione arbitrale non mi piace discutere gli episodi, di situazioni così ce ne sono una valanga in un campionato. Spesso siamo stati penalizzati noi e non ho detto nulla – ha ricordato l’allenatore della Fiorentina -. Il presidente Commisso (al termine della gara ha chiamato dagli Stati Uniti allenatore e giocatori per complimentarsi con loro per la vittoria) è felice per la posizione in classifica e per come ci stiamo esprimendo. Tutta la proprietà deve essere contenta di quello che stiamo proponendo”. Una Fiorentina che continua la sua lotta all’Europa: “Quando vinci le partite poi è normale andare a vedere la classifica – ha concluso Italiano, che al termine della partita è andato sotto la Fiesole per esultare con i giocatori -. Nelle prossime nove partite dobbiamo cercare di vincerne il più possibile. Ci godiamo intanto questa posizione di classifica”.

ANDREAZZOLI – Mancanza di sensibilità e decisioni prese in campo molto discutibili da parte dell’arbitro Massimi: l’allenatore dell’Empoli Andreazzoli è deluso e arrabbiato per una sconfitta che poteva essere evitata con decisioni arbitrali diverse: “Sono le forze in campo che decidono, non è l’emotività – dice il tecnico – La prima ammonizione a Luperto è decisiva, il fallo era al contrario. Anche il quarto uomo mi sembrava della mia opinione.Se manca la sensibilità non funziona niente, in questo caso bisogna cambiare mestiere, poi gli arbitri svolgono un ruolo complicato e gli errori ci possono stare, ma bisogna offrire una sensibilità”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.