Coltano (Pi): Italia Viva, no alla nuova base militare

FIRENZE – I rappresentanti regionali di Italia Viva contrari alla nuova base militare nel Parco di Migliarino. Danti, Rossetti, Saccardi, Scaramelli, Sguanci: “No al devastamento dell’equilibrio ambientale”.

“Poligoni di tiro, uffici, centri di addestramento militare e di stoccaggio, villette, piste di atterraggio per elicotteri nel Parco di San Rossore avrebbero un impatto devastante sugli equilibri ambientali e sulla biodiversità dell’area. Non solo, passare dagli attuali 54 metri quadri della base militare dismessa ai 729 mila del progetto non significherebbe recuperare un contenitore abbandonato ma consumare suolo in maniera ingiustificata e in deroga a ogni norma di valore ambientale ed ecologico”.
A dirlo Nicola Danti, Alice Rossetti, Stefania Saccardi, Stefano Scaramelli, Maurizio Sguanci, rispettivamente i due coordinatori regionali del partito, la Vicepresidente della Regione, il Vicepresidente del Consiglio regionale e il Consigliere regionale di Italia Viva, sull’opera destinata alla difesa nazionale nella Tenuta di Coltano all’interno del Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli, in provincia di Pisa.
Per i rappresentanti regionali di Italia Viva la collocazione di Coltano è errata anche in considerazione del PNRR: “l’utilizzo dei fondi europei per la costruzione di una nuova base militare – spiegano – non è confacente con le finalità e le missioni del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Sarebbe invece opportuno – concludono – individuare un’altra zona che meglio concili le istanze di tipo ambientale e che comporti un minor consumo di suolo, qualora si confermi la necessità di andare avanti nel progetto di una nuova base militare”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *