Cdm: taglio accise prorogato, sul metano giù anche l’Iva. Nomine prefetti. Il comunicato ufficiale di Palazzo Chigi

Le medie nazionali riportano di un caro-carburanti difficile da piegare

ROMA – Il Consiglio dei ministri, su proposta del presidente Mario Draghi e del ministro dell’Economia e delle finanze Daniele Franco, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti in materia di accise e Iva sui carburanti. In considerazione del perdurare degli effetti economici derivanti dall’eccezionale incremento dei prezzi dei prodotti energetici, a decorrere dal 3 maggio e fino all’8 luglio 2022, le aliquote di accisa di cui all’allegato I del testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative approvato con il decreto legislativo 26 ottobre 1995, n. 504 e successive modificazioni, dei sotto indicati prodotti sono rideterminate nelle seguenti misure. Benzina: 478,40 euro per mille litri; oli da gas o gasolio usato come carburante: 367,40 euro per mille litri; gas di petrolio liquefatti (GPL) usati come carburanti: 182,61 euro per mille chilogrammi; gas naturale usato per autotrazione: zero euro per metro cubo. Inoltre, per lo stesso periodo, l’aliquota Iva applicata al gas naturale usato per autotrazione è stabilita nella misura del 5%.

METEO – Il Consiglio dei ministri, su proposta del presidente Mario Draghi, ha deliberato l’ulteriore stanziamento di 18.600.000 euro per la realizzazione degli interventi in conseguenza degli eventi meteorologici che si sono verificati nei giorni dal 3 luglio all’8 agosto 2021 nel territorio delle province di Como, di Sondrio e di Varese.

NOMINE – Il Consiglio dei ministri, su proposta del presidente Mario Draghi, visti la proposta motivata dell’avvocato generale dello Stato e il parere favorevole del consiglio degli avvocati e procuratori dello Stato, ha deliberato il conferimento dell’incarico di vice avvocato generale dello Stato agli avvocati dello Stato Maria Letizia Guida ed Enrico De Giovanni.

PREFETTI – Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, ha deliberato il seguente movimento di prefetti: dott.ssa Maria Teresa Sempreviva da vice direttore della pubblica sicurezza per l’attività di coordinamento e di pianificazione presso il Dipartimento della pubblica sicurezza, è destinato a svolgere le funzioni di direttore dell’Ufficio affari legislativi e relazioni parlamentari; dott. Fabio Marsilio da direttore centrale per le risorse umane presso il Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, è collocato fuori ruolo presso il Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica, ai fini dell’incarico di direttore della Sovraintendenza Centrale dei servizi di sicurezza della Presidenza della Repubblica; dott. Giovanni Bruno da Viterbo, è destinato a svolgere le funzioni di Prefetto di Terni; dott. Antonio Cananà da Savona, è destinato a svolgere le funzioni di prefetto di Viterbo; dott. Claudio Ventrice da Massa Carrara, è destinato a svolgere le funzioni di Prefetto di Asti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.